Cos’è il brushing sui capelli?

di isayblog4 Commenta

Il termine cpme fare brushing perfettobrushing deriva dall’inglese e significa “fare una piega con spazzola e phon”.

Quindi il brushing è una tecnica per capelli, grazie alla quale è possibile trasformare la propria capigliatura  al meglio ottenendo così  una chioma setosa e molto morbida.

Naturalmente i capelli per poter essere sani necessitano di trattamenti e di cure particolari, ma per farli apparire perfetti bisogna ricorrere alla messa in piega.

Ecco qui di seguito alcuni preziosi consigli per riuscire ad ottenere, a casa propria, una capigliatura perfetta e ordinata…degna di una professionista!

Erroneamente a quanti molti pensano, fare una messa in piega con le proprie mani non è difficile, ma occorre avere un pizzico di pazienza.  Ecco quindi, come ottenere un brushing perfetto:

La prima cosa che bisogna fare è quella di lavare accuratamente i capelli con uno shampoo lisciante  o adatto alle proprie esigenze. Questo primo passo serve a preparare il capello ad un trattamento appropriato.

Lo shampoo va applicato in maniera omogenea, massaggiando costantemente il cuoio capelluto. In questo modo il prodotto tende ad agire con efficacia. Dopo aver terminato con lo shampoo e aver sciacquato per bene i capelli, non può mancare il balsamo che da alla propria chioma il giusto nutrimento.

Una volta terminato il lavaggio, occorre tamponare per bene i capelli con un asciugamano delicato in maniera tale da eliminare l’acqua in eccesso.

Ma prima di provvedere a districarli con un pettine a denti larghi, è consigliabile mettere sulle punte qualche goccia di olio di semi di lino in maniera tale da non stressare troppo il capello.

A questo punto non resta che capovolgere i capelli a testa in giù e asciugarli con il phon a temperatura media e tenuto a 10 cm di distanza.

Ma per realizzare un brushing impeccabile bisogna scegliere un buon phon e una buona spazzola.

Il phon deve essere dotato di ioni che idratano il fusto del capello, caratterizzato da due tipi di temperature e regolabile a due velocità.

Per quanto concerne invece la scelta della spazzola, è bene tenere in considerazione alcuni piccoli accorgimenti del tipo:

  • le spazzole grosse lisciano i capelli spessi
  • le spazzole medie sono utili per tutti i tipi di capelli
  • le spazzole piccole servono ad arricciare la chioma
  • le spazzole piatte a lisciare la capigliatura, senza però fare un brushing

Detto questo, ecco il metodo giusto per fare un buon brushing

Una volta che i capelli sono umidi separare  le ciocche con una molletta. Bisogna prima legare i capelli che stanno in alto in modo da asciugare quelli sulla parte sottostante della testa. E’ bene ricordare che la spazzola deve essere parallela ai movimenti del phon e occorre oltretutto asciugare dalle radici fino alle punte.

Una volta che il brushing è stato realizzato su tutta quanta la capigliatura, non resta che spruzzare la lacca su un pettine.

Questo piccolo accorgimento serve a eliminare l’effetto crespo e a garantire una tenuta impeccabile per tutto il giorno.

Come si può constatare non è difficile realizzare un buon brushing, serve soltanto un pizzico di pazienza e il gioco è fatto..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>