Depilazione con epicare

di Sara M. Commenta

Di sottili torture noi donne siamo esperte e non parliamo solo di quelle psicologiche che siamo capaci di infliggere ai nostri poveri partner costretti a sopportarci, ma di quelle che ci infliggiamo, fisicamente, da sole e consapevolmente. Anche se non sempre (vogliamo dire mai?) ne siamo particolarmente contente. La depilazione, si sa, è una di queste. Conosciamo innumerevoli modi per eliminare i peli superflui, tutti più o meno efficaci o dolorosi, qualcuno un po’ bizzarro come il dischetto di pelle di squalo, qualche altro completamente naturale come la halawa, senza contare i grandi classici, come la ceretta. E dell’epicare avete mai sentito parlare?

Io ho scoperto questo insolito metodo per la depilazione per la prima volta guardando qualche tempo fa un video su YouTube e ne sono rimasta letteralmente impressionata, ma in senso negativo stavolta. Si tratta di una grossa molla a spirale molto stretta che si piega a forma di U e si passa su viso e braccia ruotandola leggermente.

Pare sia particolarmente indicata per rimuovere i baffetti e altre zone d’ombra su piccole parti come appunto il viso o per esempio le nocche delle dita. La molla acchiappa i peli e li strappa via. Sembra facile da usare e anche piuttosto rapida ma il ricordo delle smorfie di dolore di chi ne mostrava il funzionamento in un vecchio video è indelebilmente scolpito nella mia memoria e non credo di aver voglia di provarne i risultati, che si dicono eccellenti.

Il rapporto tra costi in termini di dolore e sofferenza e benefici, essenzialmente il risultato finale, mi sembra un po’ sbilanciato a favore del primo termine. Di sicuro però la rapidità di esecuzione depone a favore dell’efficacia. Probabilmente è solo questione d’abitudine, perché nessuna di noi dimenticherà mai la tortura della prima ceretta o il primo passaggio dell’epilatore elettrico che ci mostrò galassie e universi lontani con un lampo di acuto dolore.

D’altronde è anche vero che la forza dell’abitudine è dura a morire e quando ci troviamo bene con un metodo che ci soddisfa perché mai volersi avventurare in territori sconosciuti? Tuttavia l’epicare si trova facilmente su eBay a pochi euro e dunque se ve la sentite di sperimentare non avrete anche la remora del salasso nel caso in cui doveste rimanere insoddisfatte. Però poi tornate a farci sapere come vi è sembrato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>