Pori dilatati e imperfezioni, cosa fare per contrastarli

di Lorena Scopelliti 3

rimedi per la pelle impura sapone d' aleppo

C’è un difetto estetico che affligge la maggior parte della donne, diffuso quasi quanto la cellulite (che come sappiamo colpisce tutte, indiscriminatamente, grasse e magre, dalla pubertà in poi): la pelle impura con annessi e connessi pori dilatati ed imperfezioni. C’è indubbiamente una forte componente di predisposizione che è alla base del problema, ma vi sono diversi fattori che influiscono negativamente sulla situazione e non fanno che peggiorarla: cattive abitudini alimentari e di skincare.

Sovente ci si accanisce contro la pelle impura utilizzando trattamementi fin troppo aggressivi, sgrassanti e abrasivi. Risultato sul brevissimo termine: un illusorio miglioramento. Sul lungo: un peggioramento della grana della pelle e della quantità, qualità e dimensione di punti neri e comedoni.

Paradossalmente una strategia soft ma costante è l’arma vincente: l’impegno e l’assiduità pagheranno e porteranno ottimi risultati. 

Bere molta acqua e abituarsi ad abbondare di frutta e verdura, limitando grassi e condimenti, è senz’altro una sana scelta che dovremmo adottare a prescindere dal nostro tipo di pelle. Ma se quest’ultimo è impuro, tendente all’oleosità o grasso è una ragione in più per migliorare il nostro stile alimentare.

Un altro passggio chiave è la fase della detersione: mettete da parte i saponi allo zolfo e i dischetti Topexan, dite loro addio definitivamente! Salutate per sempre anche la terribile e infausta tecnica della strizzatura selvaggia di pori&brufoli, che non fa che peggiorare la condizione di infiammazione e rischio d’infezione dell’epidermide.

Prediligete lo storico, affidabile, efficace e naturalissimo sapone di Aleppo, un prodigio di delicatezza e, allo steso tempo, di pulizia. Si trova in varie percentuali, da scegliere in base alle esigenze: più è alta maggiore sarà il potere purificante.

Ideale è fare un trattamento, al massimo due volte alla settimana, leggermente esfoliante come Sebium di Bioderma che contiene glicolico (rinnovatore della grana cellulare) e abbinarlo alla fase strucco di cui sopra utilizzando il celeberrimo pannetto in microfibra. Passato con dolcezza sul viso permette di ottenere una blanda ma utilissima azione mricroabrasiva che aiuta la nostra pelle a ritrovare il meritato splendore.

Infine: idratare la pelle. Date la preferenza a emulsioni fresche, magari in gel, o a creme a rapido assorbimento che non contengano olii dalle proprietà comedogene, che tendono a soffocare e ad aumentare il rischio dell’insorgere di comedoni e punti neri.

 

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>