Abbronzatura tutto l’anno con la succoterapia

di Sara M. Commenta

Abbiamo già visto come mantenere l’abbronzatura il più a lungo possibile però sappiamo già che a un certo punto dell’autunno, a meno che non ci votiamo alle lampade o agli autoabbronzanti, dovremo dire addio alla tintarella fino all’arrivo della prossima estate. A meno che. A meno che non vogliate impegnarvi nel mantenimento dell’abbronzatura tutto l’anno attraverso una tecnica che si chiama succoterapia.

Consiste essenzialmente nel trasformare in bevande da consumare spesso frutta e verdure, ricchissime di vitamine e minerali utili per il benessere generale ma prezioso aiuto anche per stimolare la produzione di melanina, favorire l’elasticità della pelle, prevenire la desquamazione e mantenere il più possibile quel colorito ambrato conquistato con ore di sofferenza sotto il solleone.

Qualche ricetta? Il classico arancia, carota e limone. Oppure un cocktail preparato con mela, ananas, carota e una spolverata di zenzero. Se non vi dispiace il suo gusto insolito potete bere del succo di pomodoro. In alternativa anche un mix di frutti esotici che vi chiamano suadenti dal banco del fruttivendolo può essere vincente. L’importante è che siano succhi preparati e consumati sul momento e non i succhi di frutta confezionati del supermercato, pieno di zucchero e a base di concentrato e non di vera frutta fresca.

Se vi siete preparati adeguatamente all’abbronzatura ancora prima di cominciare a esporvi e avete curato al meglio l’alimentazione che favorisce la tintarella; se vi siete preoccupati di osservare le regole d’oro della protezione solare e avete periodicamente esfoliato la pelle per migliorarne la luminosità e facilitare la colorazione: allora non dovete fare altro che godervi le vostre bevande a base di verdure a foglia verde, carote, pomodori e frutta fresca, da frullare insieme e consumare immediatamente prima che le vitamine, molto labili, perdano il loro potere benefico.

In questo modo non solo arricchirete le quantità di vitamine utili per il buon mantenimento della salute della pelle, ma aumenterete anche il livello di idratazione, cosa che automaticamente comporta un miglior aspetto della pelle che è più elastica e ricettiva. Così potrete ancora approfittare dell’ultimo sole di stagione, prendendo qualche raggio in terrazza in pausa pranzo o godendovi i fine settimana all’aperto prima del sopraggiungere del freddo e della pioggia.

Photo Credit | Ben Cumming su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>