Come mantenere vivo il colore dei capelli dopo la tinta

di isayblog4 Commenta

Non importa se la tinta viene fatta da un parrucchiere professionista, da quello di fiducia oppure a casa propria in modalità fai da te: ciò che interessa più di tutto ad una donna è che la tinta possa durare il più a lungo possibile. Questo, in molti casi, non avviene per colpa di comportamenti errati, come ad esempio uno shampoo di qualità scadente oppure non applicato nella maniera corretta; inoltre, a volte, la tinta può tendere a sbiadirsi a causa di un’idratazione dei capelli piuttosto scarsa. Infine, bisogna tenere conto di una serie di fattori ambientali: la luce del sole rende più difficile una lunga durata della tinta, e lo stesso accade se si frequenta spesso la piscina

Tinta per capelli, come fare per mantenerla a lungo? Tutti i consigli

Dopo qualche settimana ecco che i capelli hanno già perso quella brillantezza e lucentezza che aveva scatenano tanti complimenti nei giorni immediatamente successivi alla tinta. Ma come fare allora per impedire che si verifichi tutto questo? Quali sono gli accorgimenti da tenere in conto per non commettere errori e far durare la tinta più a lungo? Il primo step parte proprio dal lavaggio dei capelli, che non deve mai avvenire subito dopo la tinta. Si tratta di una scelta profondamente sbagliata, dato che la tinta ha bisogno di tempo per fissarsi a dovere sui capelli: se si procede ad un lavaggio immediato, si rischia di eliminare buona parte del colore, rovinando il lavoro svolto. Meglio attendere almeno 24 ore prima di lavare i capelli. 

Sempre in riferimento al lavaggio, ci sono alcune accortezze che possono fare la differenza e consentire di mantenere la brillantezza dei capelli per molto tempo. Una di queste è regolare la temperatura dell’acqua, che non è affatto un aspetto secondario: stando a quanto riportato in alcuni recenti studi, infatti, lavare e sciacquare i capelli con l’acqua fredda favorirebbe una preservazione migliore del colore rispetto all’acqua calda o bollente. Ma come fare nei periodi autunnali e invernali? Il consiglio è quello di scendere ad una sorta di compromesso, ovvero procedere ad un lavaggio con una temperatura dell’acqua tiepida

Anche la frequenza del lavaggio è un aspetto da considerare. Se si procede spesso al lavaggio dei capelli utilizzando lo shampoo, ecco che la colorazione intensa e brillante garantita dalla tinta andrà perdendosi nel giro di pochi giorni. Il consiglio che viene dato dagli esperti è di lavare i capelli ogni due giorni, oppure scegliere di effettuare il lavaggio a giorni alterni, possibilmente preferendo dei prodotti che sono particolarmente indicati per i capelli tinti. Per salvaguardare il colore dei capelli, è preferibile optare per dei prodotti che siano privi di solfati, come ad esempio quelli proposti da Alfaparf: in questo modo, sarà possibile preservare l’intensità della tinta e non farla svanire troppo velocemente. 

Shampoo e balsamo specifici: l’ideale per mantenere a lungo il colore

Alcuni di questi shampoo riescono a proteggere la tinta dagli effetti dannosi dei raggi solari e dell’acqua, oltre che dallo stress fisico e ambientale. Con l’ausilio di questi prodotti senza solfati si può arrivare a preservare la tinta anche per due o tre mesi. Dato che il capello tende a sporcarsi di più in corrispondenza delle radici, è opportuno applicare lo shampoo specialmente in queste zone, evitando di farlo finire anche sulle lunghezze e sulle punte. Infine, una volta terminato il lavaggio, si deve procedere al risciacquo: come accennato, è largamente preferibile utilizzare l’acqua fredda, possibilmente applicando un filtro per la doccia che vada a bloccare la fuoriuscita di calcio e ferro che possono compromettere il mantenimento della tinta. 

Un’altra ottima idea per preservare la brillantezza del colore dei propri capelli è scegliere un balsamo per capelli colorati, che faciliti l’idratazione dei capelli e di conseguenza renda possibile una durata più lunga della tinta. Se anche con l’applicazione di shampoo e balsamo adatti alla situazione i capelli dovessero comunque presentarsi “secchi”, si può porre rimedio con l’utilizzo di oli naturali che aiutino a preservare il colore: uno di questi è l’olio di jojoba, molto apprezzato per le sue proprietà, ma trovano molto riscontro anche l’olio di cocco e quello di argan, senza dimenticare l’olio di marula

Hair gloss, il rimedio per ridare lucentezza ai capelli

Infine, un eccellente rimedio contro lo scolorimento dei capelli è rappresentato dall’utilizzo di un conditioner caratterizzato da alcuni pigmenti che facilitano la preservazione del colore. L’esempio classico è l’hair gloss, un trattamento che serve proprio a ridare la giusta brillantezza alla chioma e a rendere più forti i capelli che appaiono secchi e sfibrati. L’hair gloss è davvero l’ideale per conferire nuovamente lucentezza ai capelli, ed è possibile trovarne in commercio diverse colorazioni da poter abbinare alla tinta. L’effetto benefico dell’hair gloss dura all’incirca un paio di settimane: applicandolo tra una tinta e l’altra si ottiene il miglior risultato possibile. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>