Tinta per capelli, ogni quanto per non fare danni?

di Vale Commenta

Ogni quanto fare la tinta per capelli senza creare danni al cuoio capelluto e alla propria chioma? Questa è una delle domande che più si pongono tutte le persone che dopo una tinta fai da te hanno bisogno di ritoccare il proprio colore.

Quattro settimane tempo minimo di attesa

Soprattutto quando si ha la necessità di coprire i capelli bianchi si punta a tenere sotto controllo la ricrescita più del previsto, cercando di ovviare al problema il più in fretta possibile: tale urgenza, per quanto comprensibile, deve tenere conto però di quello che è il tempo medio accettabile che deve passare tra la stesura di una tinta per capelli e la successiva, che di norma deve essere di circa 4-6 settimane per evitare che il capello venga troppo stressato.

Questo ovviamente tenendo conto che i capelli crescono di un centimetro,  un centimetro e mezzo al mese. Questo tipo di scadenza deve essere considerato il minimo se si hanno come anticipato capelli bianchi o il colore della tintura è molto diverso da quello naturalmente posseduto: se la ricrescita sta bene sul vostro caso o lo stacco è poco visibile, il periodo può essere portato a 6-8 settimane.

È importante non sfibrare troppo il capello: sebbene i prodotti per tingerli possano contare ora su una qualità decisamente più elevata, questo non significa purtroppo poterli comparare a prodotti di benessere.

Periodo ideale di attesa sei-sette settimane

La tintura successiva a quella già eseguita deve essere comunque programmata ad almeno quattro settimane dopo: non importa quale sia lo stato delle radici o della capigliatura. Il periodo ideale sarebbe in realtà di almeno 6-7 settimane per minimizzare qualsiasi danno al capello. Ovviamente il consiglio è quello di tingere solo le radici coprendo la ricrescita e c’è una ragione ben precisa: passandola su tutti i capelli si rischia di non coprire bene lo stacco perché potrebbe verificarsi un accumulo di pigmenti che rischia di rendere le lunghezze più scure delle radici.

Tra l’altro, essendo più porosa l’estremità finale in caso di capelli medio-lunghi si rischia di ottenere una colorazione poco omogenea in generale. Nel caso in cui si sia passato o si debba passare da un colore scuro a uno molto chiaro, potrebbero volerci anche 2-3 mesi prima di eseguire il cambio: questo perché i prodotti da usare in tale situazione sono molto più aggressivi rispetto a quelli necessari per scurire i capelli.

In conclusione, soprattutto se si agisce con il fai da te per cambiare il colore dei propri capelli il consiglio è quello di rispettare il più possibile i tempi necessari e indicati tra una tintura e l’altra per evitare che i capelli si indeboliscano o si spezzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>