Come ottenere un’abbronzatura sana e duratura

di Sara M. Commenta

abbronzatura sana e duratura

Scoperti i cibi per abbronzarsi e i trucchi per non scottarsi, bisogna pur sapere quali sono le strategie da adottare per ottenere un’abbronzatura sana e duratura, che non vada via poche settimane dopo il rientro dalle vacanze, con la pelle che si desquama e la tintarella che finisce nello scarico della doccia, vanificando tutta la fatica per ottenere quel bel colorito dorato che ci fa sentire sempre un po’ più belle. E qualche volta anche più magre, perché mimetizza qualche difetto qua e là.

Il segreto per fare in modo che l’abbronzatura duri è quello di non avere troppa fretta. Anche se le vacanze che possiamo permetterci, specie se non viviamo al mare, sono troppo brevi per essere pazienti e aspettare che la tintarella si assuma gradualmente bisogna imporsi di non correre troppo: più rapidamente vi colorerete, maggiori saranno le probabilità che l’abbronzatura duri meno. L’esposizione dunque deve essere graduale, cominciando da quindici minuti al giorno evitando le ore con il sole a picco, perché i raggi perpendicolari penetrano più a fondo nella pelle, provocando i noti danni a breve e lungo termine, scottature e invecchiamento precoce.

Per i primi quattro giorni dunque esposizione ridotta. Ricordate che anche sotto l’ombrellone e con i vestiti addosso vi abbronzate un po’. Aumentate progressivamente l’esposizione al sole e mantenete la sana abitudine di esporvi anche quando rientrate dalle vacanze, inventandovi piccoli spazi di bellezza sul terrazzo o al parco, in riva al lago, passeggiando in città. Non avrete l’abbronzatura integrale della spiaggia, ma il viso manterrà il suo bel colorito. Purché utilizziate una protezione adeguata, s’intende. Perché i filtri solari siano efficaci bisogna applicarli circa venti minuti prima di esporsi al sole.

Ricordate anche che l’abbronzatura dura di più se non trascurate l’idratazione della pelle, sia dall’interno bevendo moltissimo e consumando frutta e verdura ricche naturalmente di acqua, sia dall’esterno spalmando una ricca crema nutriente dopo ogni esposizione, subito dopo la doccia che elimina residui di crema solare e sale.

Photo Credit | Anna Perkins su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>