Piegaciglia riscaldato, come funziona

di Fabiana Commenta

Avere le ciglia lunghe, il più lunghe possibile è il sogno di ogni donna: se ciascuna di noi corre alla ricerca spasmodica (o quasi) del mascara più adatto, altre ricorrono alle ciglia finte (solo per occasioni speciali).

In ogni caso a prescindere dal mascara, il risultato sarà notevolmente amplificato dall’uso del piegaciglia, strumento indispensabile che piega preventivamente le ciglia prima dell’applicazione del mascara. Se volete un risultato ancora più efficace, allora il piegaciglia riscaldato è quello che fa per voi. 

In pratica il piegaciglia riscaldato piega le ciglia strizzandole tra le lame dello spazzolino e ne fissa la forma grazie al calore. 

Il piegaciglia riscaldato generalmente funziona a pile e si utilizza come un classico piegaciglia: a fare la differenza è lo speciale spazzolino che si surriscalda e modella velocemente le ciglia. Come funziona? Innanzitutto dovrete semplicemente accendere il vostro piegaciglia: una volta che avrò raggiunto la temperatura adatta (saranno sufficienti circa 60 secondi) dovrete impugnarlo partendo dalla radice delle ciglia (come se steste applicando il mascara).

 

Passatelo lentamente dalla radice delle ciglia alla punta e fatelo scivolare con estrema delicatezza dato che la zona è molto sensibile.

PIEGACIGLIA A CALDO

Fin dal primo utilizzo le ciglia risulteranno immediatamente più voluminose: il consiglio però è di utilizzarlo prima dell’applicazione del mascara per ottenere un risultato migliore ed evitare che le ciglia possano appiccicarsi l’una con l’altra. Di tanto dovrete sostituire la batteria e ovviamente pulite le spatoline: in commercio esistono mole varianti del piegaciglia elettrico adatte a tutte le tasche e a partire da 15 euro in su. 

photo credits| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>