I colori dei correttori ed il loro utilizzo

di isayblog4 Commenta

Nell’uso comune è sicuramente più diffusa l’applicazione del fondotinta rispetto a quella del correttore e questo è dovuto spesso alla convinzione che basti un buon fondo per rendere la base ottimale.

Il correttore al contrario è molto importante per perfezionare localmente l’incarnato e renderlo davvero perfetto e bastano pochi step e poche nozioni per ottenere un buon risultato senza necessariamente ricorrere a tecniche professionali.

I correttori esistono in diverse formule, compatto, stick, fluidi, ma anche in diverse tonalitè, tante quante solo le correzioni possibili.

Innanzitutto distinguiamo le correzioni viso e le correzioni occhi. Per il viso spesso le imperfezioni da correggere sono rossori e macchie brune (di qualunque natura, post acne, solari, ecc.). Se tali imperfezioni non sono importanti a volte basta un semplice correttore del colore del proprio incarnato e che abbia un buona coprenza, se invece sono più evidenti bisogna agire con il colore: il verde camufferà i rossori mentre il viola/lilla le pigmentazioni brune.

Per gli occhi invece il problema principale riguarda le occhiaie. Anche in questo caso se si tratta di discromie poco evidenti basterà un buon correttore coprente in una tonalità adeguata al proprio tipo di incarnato, se invece sono molto evidenti si procederà ancora con l’uso del colore: giallo per le occhiaie violacee, arancio per le occhiaie bluestre o verdastre, viola/lilla per le occhiaie marroni.

Dopo aver effettuato la correzione con il colore può essere opportuno applicare un correttore del colore del proprio incarnato per ottenere un camouflage perfetto.

Photo credits | Thinkstock

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>