Come evitare scottature al sole

di Vale Commenta

Le scottature sono il risultato della disattenzione e della poca cura che le persone spesso impiegano nel momento in cui si espongono i raggi del sole d’estate. Stando distesi sul lettino non si pensa spesso a proteggere la propria pelle e quando questo accade i problemi sono all’ordine del giorno.

Centellinare l’esposizione al sole i primi giorni

Pensare di abbronzarsi in maniera veloce senza scottature è ingenuo. E’ importante, infatti, fin dal primo giorno prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare che la pelle risenta delle idee poco furbe della persona alla quale appartiene. In questo modo scherzoso vogliamo sottolineare come sia importante proteggere la propria pelle soprattutto nel corso della prima esposizione ai raggi solari, al fine di evitare eritemi o problemi ancora più gravi. Ovviamente è possibile prevenire le scottature utilizzando la protezione solare: è necessario comprendere che la pelle va abituata al sole esponendo la gradualmente e con la protezione dei filtri solari. Per i primi giorni è consigliato utilizzare degli SPF alti, che vadano per lo meno da 50 a 30. Va anche sottolineato che se si ha una pelle particolarmente delicata, optare per una protezione totale non è assolutamente sbagliato. Non bisogna mai scendere sotto l’indice di protezione 15 anche quando la carnagione è scura.

In questo modo si può dare tempo alla pelle di sviluppare la giusta dose di melanina in grado di farci non solo abbronzare in maniera corretta, ma anche di proteggerci contro le radiazioni derivanti dai raggi UV.

Melanina ha bisogno di tempo per stabilizzarsi

Scientificamente parlando la melanina ha bisogno di un certo numero di ore per venire su e stabilizzarsi sulla pelle: ecco che il colorito che sviluppiamo dopo le prime esposizioni deve essere considerato illusorio  e convincerci a proteggere la pelle, dato che per la formazione di melanina servono dalle 48 alle 72 ore a seconda del fototipo. Le carnagioni più scure svilupperanno prima questa sostanza mentre quelle più chiare potrebbero impiegare anche una settimana. Ecco quindi che per evitare scottature e prendersi cura della propria pelle, i primi giorni non si dovrebbe rimanere al sole diretto per più di un’ora e bisognerebbe evitare l’esposizione nelle ore più calde, ovvero quelle che vanno dalle 12 alle 16.

In caso si volesse rimanere sposti per più tempo non si deve e mai rinunciare alla protezione solare più alta. Piccolo consiglio: è importante applicare la protezione dopo ogni bagno fatto in mare, soprattutto se si usano degli schermi non resistenti all’acqua: quelli water-resistant sopportano Infatti 40 minuti di immersione.

E’ possibile ottenere una buona abbronzatura anche prendendosi cura della propria pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>