Trend unghie 2012: Caviar Manicure

di Redazione Commenta

Avete mai visto una nail art più più originale di quella che avete ammirato in foto? Personalmente, difficilmente mi è capitato di rimanere a bocca aperta osservando uno degli ultimi trend per unghie e la Caviar Manicure merita tutta l’attenzione che d’ora in poi dedicheremo. Curiose di sapere come funziona? Seguiteci dopo il salto!

La Caviar Manicure è stata lanciata dal marchio Ciaté e in particolare da Charlotte Knight, brand dedicato alle unghie e ora noto per aver creato la prima nail art tridimensionale, un effetto unico e di grande effetto da proporre comodamente a casa nostra.

La Caviar Manicure è realizzata grazie a due prodotti: una boccetta di Ciaté Paint Pot e una boccetta di Caviar Pearls; il primo servirà a ricoprire l’unghia in ogni parte e dovrà essere applicato due volte, mentre il secondo prodotto dovrà essere applicato sull’unghia e poi pressato per qualche minuto con una paletta (o anche un dito). Dopo l’applicazione delle perle di caviale si dovrà aspettare circa 15 minuti prima di poter sfoggiare una Caviar Manicure completa. E la rimozione? Per togliere l’originale nail art dalle unghie si potrà utilizzare un comune solvente per unghie che dovrà essere versato su un dischetto di cotone e potrà essere poi passato su tutta l’unghia.

La Caviar Manicure è stata presentata on line solo qualche ora fa e, in poche ore, ha già conquistato tutte le amanti di nail art che aspettano di poter acquistare le due preziose boccette on line o nelle profumerie. I prodotti per la Ciaté Caviar Manicure potranno essere acquistati molto presto in tutte le profumerie Sephora e, anche se il prezzo non è stato ancora rivelato, noi di LeShampiste speriamo sinceramente di poter provare presto questo meraviglioso prodotto.

Cosa ne pensate? Non trovate che la nail art sia chic ma al tempo stesso innovativa e fuori dagli schemi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>