Bellezza in autunno: la parola chiave è rinnovare

di Redazione Commenta

Spread the love

Finita l’estate, si sa, il desiderio è quello di mantenere la pelle sana e dorata tutto l’anno. Ma a meno di non ricorrere alle lampade o di vivere a Miami, si tratta di un desiderio non realizzabile. Possiamo però sfoggiare una pelle uniforme e luminosa: la mossa chiave è rinnovare! 

Stimolare il rinnovamento cellulare senza ricorrere a trattamenti dermatologici significa, in altre parole, ricorrere sistematicamente all’esfoliazione meccanica. Quella che si effettua con prodotti specifici, formulati con granuli di origine e natura variabile, che esercitano una delicatissima abrasione sull’epidermica liberandola pian piano dal normale strato di cellule morte che la ricopre. Se ci esponiamo sistematicamente al sole durante l’estate, in autunno questo strato sarà fisiologicamente più spesso.

L’esfoliazione si pratica sia sul viso sia sul corpo, con prodotti differenti per le due zone: per il corpo uno dei prodotti più validi, efficaci e anche piacevoli da utilizzare è Gommage Crushed Cabernet di Caudalie. Ha granuli grossi, una profumazione paradisiaca e contiene i 6 oli essenziali bio anti buccia d’arancia, dall’effetto snellente. Lo Scrub Rinnovatore Corpo di Atkinson contiene invece cristalli di zucchero che, in sinergia con l’estratto di miele, rinnova l’aspetto della pelle aiutandola a liberarsi con delicatezza dalle cellule morte. Adatto a un utilizzo quotidiano, ha un profumo avvolgente e una texture piacevole nell’applicazione: dopo ogni doccia rende la pelle più compatta, liscia e levigata.

Gommace Douceur di Lierac, invece, è specifico per il viso: contiene la delicatissima argilla bianca ed estratto di malva, sfere di jojoba ed estratto di fiori di lino, un trattamento piacevole per tutti i tipi di pelle, anche quella sensibile. Dopo l’esfoliazione di viso e corpo, ricordate che la pelle è più ricettiva nei confronti dei trattamenti successivi, il cui effetto viene potenziato grazie al meccanismo di eliminazione dello strato di cellule morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>