Pelle luminosa d’estate, ecco come

Pelle luminosa d’estate: perché rinunciare a una possibilità del genere quando basta davvero poco per avere una epidermide idratata e degna di questo nome? Vediamo insieme come riuscire a ottenere un simile risultato senza troppi sforzi.

Acidi di bellezza, le tipologie

Gli acidi di bellezza sono delle sostanze che stanno tornando in auge in cosmetica un po’ come tutte quelle tendenze anni ’90 delle quali pensavamo di esserci liberati. In questo caso però, non è un male che stiano tornando di moda.

Bellezza in autunno: la parola chiave è rinnovare

esfoliazione rinnovamento cellulare

Finita l’estate, si sa, il desiderio è quello di mantenere la pelle sana e dorata tutto l’anno. Ma a meno di non ricorrere alle lampade o di vivere a Miami, si tratta di un desiderio non realizzabile. Possiamo però sfoggiare una pelle uniforme e luminosa: la mossa chiave è rinnovare! 

Come semplificare la beauty routine

semplificare beauty routine

Ci piace prenderci cura della nostra bellezza ma a volte siamo stanche, di corsa, non abbiamo tempo voglia di star dietro a troppi intrugli, procedimenti e impegni. Vediamo allora qualche consiglio per semplificare la beauty routine senza rinunciare a nessun passo essenziale per prendersi cura di sé.

Per cominciare sapete che potete anche non lavarvi la faccia la mattina? Usare l’acqua troppo spesso sul viso può provocare secchezza e a patto che la sera prima l’abbiate deterso con cura dopo esservi struccate potete saltare questo passo il mattino dopo. Rinfrescatevi solamente con un po’ d’acqua tiepida, evitando il detergente, e massaggiate delicatamente il viso per rivitalizzarlo.

Clinique Turnaround si rinnova per una resa ancora più performante

formula rinnovata turnaround clinique

Ci sono prodotti che si impongono sul mercato perché rivoluzionari e innovativi: è il caso della linea Turnaround firmata Clinique, che per prima ha formulato una gamma di prodotti cosmetici a base di acido salicilico nel panorama beauty. Fin dalla sua nascita, nel 1991, il successo è stato incredibile a livello mondiale: merito dell’efficacia e delle virtù peculiari del salicilico, un acido gentile e non eccessivamente irritante che ci viene in aiuto se la nostra pelle è spenta, mista e con imperfezioni e punti neri.

La costanza nell’uso di questo attivo permette di raggiungere ottimi risultati a livello di grana, luminosità e uniformità della pelle, senza dover ricorrere ai costosi e aggressivi peeling chimici. Nel 2002 Turnaround si è arricchita di un siero, per aumentare le performance della strategia. Adesso si rinnova, vediamo in che modo.

Lo yogurt come esfoliante naturale

esfoliante yogurt

Non di rado utilizziamo lo yogurt nelle nostre preparazioni naturali quando pasticciamo in casa creando intrugli da utilizzare come maschere di bellezza fai da te ed economiche. Ma soprattutto, appunto, naturali. Di solito ci serviamo dello yogurt come base nel caso di pelle grassa, per evitare gli oli, e come coadiuvante nel trattamento perché agisce da astringente avendo una componente acida. Scopriamo adesso che anche da solo lo yogurt funziona, seppur in maniera blanda, come un esfoliante completamente naturale.

Contiene infatti una piccola percentuale di alfaidrossiacidi (noti anche come AHA) contenuti anche nelle creme esfolianti e che aiutano la pelle a rinnovarsi liberandosi dello strato superficiale delle cellule e facendola dunque apparire subito più luminosa. Le percentuali di AHA nelle creme esfolianti però sono variabili sulla base delle necessità di chi deve applicare il prodotto, mentre nel caso dello yogurt il contenuto acido è di circa lo 0,9% ed è fondamentalmente acido lattico.

Nel caso delle lozioni esfolianti di produzione industriale invece la percentuale è compresa fra il 5% e il 10% mentre le creme con azione specifica che basano la loro efficacia sull’esfoliazione chimica possono arrivare a percentuali molto più elevate, oltre il 50%. Quanto sia efficace dunque lo yogurt se si desidera un risultato deciso è facile immaginarlo, praticamente nullo. Però è utile continuare ad utilizzarlo come base per lo scrub ad azione meccanica, perché indubbiamente, nel suo piccolo, contribuisce alla buona riuscita del trattamento casalingo.

Via | TheBeautyBrains

Photo Credit | Thinkstock

Beauty routine: miti da sfatare

beauty routine miti da sfatare

Le regole, parlando di beauty routine e abitudini personali, sono sempre assai pericolose perché ciascuno di noi ha esigenze, tipi di pelle, stili di vita e preferenze diversi e dunque imporre una regola valida per tutti risulta del tutto inutile e qualche volta anche dannosa. Scopriamo così come alcune abitudini suggerite spesso come regole base e imprescindibili da apprendere e seguire per tutta la vita possano in realtà creare possibili reazioni negative della pelle.

Per cominciare non è vero che bisogna sempre e comunque lavare il viso due volte al giorno. Se non usate trucco e non vivete in una città inquinata il viso si può detergere una sola volta al giorno. La pulizia infatti non fa sempre bene: il calcare dell’acqua per esempio tende a seccare la pelle; l’acqua e i detergenti tendono a privare la pelle della sua naturale barriera lipidica, rendendola più vulnerabile.

I Concern Kits di Clinique, la soluzione ideale per ogni esigenza

concern kits clinique kit beauty routine clinique offerta

Perché acquistare una crema dal costo elevato quando non sappiamo assolutamente se sarà adatta a noi? I sample in bustina monodose, spesso, non sono affatto sufficienti per capire se il prodotto avrà benefici su di noi o se, addirittura, potrà causare spiacevoli inconvenienti come allergie, irritazioni o comparsa di brufoli e comedoni.

Alcuni brand, come Clinique e Clarins, mettono per questo a disposizione delle consumatrici alcuni kit contenenti tutto l’occorrente per una perfetta beauty routine, specifici per ogni esigenze: dalle rughe alla secchezza fino alla pelle mista e grassa. Da metà ottobre, nelle migliori profumerie, potrete trovare i Concern Kits di Clinique, al prezzo più che abbordabile di 13, 50 euro. Scopriamoli insieme.

Consigli per avere una pelle luminosa

consigli pelle luminosa

Per avere una pelle luminosa non basta solo seguire una rigorosa beauty routine quotidiana detergendo con cura la pelle. Bisogna agire su più fronti e vi suggeriamo oggi cinque consigli per avere la pelle più radiosa che possiate desiderare, con semplici mosse quotidiane che non costano alcuna fatica, ma fanno parte delle buone abitudini che migliorano anche il benessere a tutto tondo.

Iniziate con una regolare esfoliazione. Se agirete spesso potrete essere più che mai delicate nella scelta dei prodotti, perché non servirà essere né troppo energiche né troppo decisive, visto che sarà la costanza a premiarvi. Due sono le vie possibili: potete optare per il peeling meccanico usando un prodotto detergente o idratante che contenga anche micro-granuli (va bene anche il fai da te, per esempio con miele o yogurt e farina di riso); oppure per il peeling chimico, usando prodotti esfolianti che contengono alfaidrossiacidi come l’acido glicolico o retinoidi, di cui abbiamo già parlato.

Prime esposizioni solari, qualche consiglio pratico

prime esposizioni al sole come abbronzarsi in modo sicuro

A qualcuna sembrerà che sia un’esagerazione parlare tanto spesso di protezioni solari e accorgimenti sull’esposizione solare. Ma sappiamo che molte altre desiderano informarsi il più possibile per non correre rischi, certo, ma anche perché sanno che abbronzarsi in modo corretto e sicuro assicura un colorito più bello, luminoso e duraturo.

Dunque: va benissimo decidere di ottenere la tanto agognata bronzed skin, così sexy e vellutata. Non va altrettanto bene farlo in modo sconsiderato e senza criterio. Possiamo fare molto per la nostra pelle, a partire dall’alimentazione per finire con la protezione: possiamo fare molto già in giovane età, nonostante non sia ancora molto comune l’utilizzo delle creme viso prima dei venticinque anni e lo sia ancora meno l’attenzione verso la pericolosità dei raggi UVA e UVB

Acidi esfolianti, per una pelle più luminosa e levigata

grana della pelle liscia senza macchie e brufoli con l'uso degli acidi

Facciamo una doverosa premessa: i peeling chimici agli acidi, usati per lo skincare ad alte percentuali, possono e devono essere applicati esclusivamente da dermatologi. Il fai da te, in questi casi, è assolutamente bandito e sconsigliato! Le conseguenze di un uso improprio sono gravissime, spesso irreparabili. Affidatevi solo a medici professionisti e non pensiate neppure per un momento di poter sperimentare su voi stesse, per inseguire chimere e mode.

Detto questo, possiamo vedere quali sono i prodotti formulati per il pubblico e che possono essere usati autonomamente. Parleremo dei più conosciuti e diffusi acidi esistenti in commercio: acido glicolico, salicilico, lattico e mandelico. La loro azione primaria è esfoliare e assottigliare la grana della pelle, stimolando il turn over cellulare: indicati per chi ha pelle asfittica e bisognosa di rinnovamento, sono un toccasana per ridare splendore alla pelle

Guanto magic peeling, per un’esfoliazione efficace

E torniamo a parlare della bella stagione che incombe. Non è un voler mettere ansia o panico, anzi: sono tra le persone il cui motto di vita è “prevenire è meglio che curare”! Abbiamo già parlato di creme idratanti capaci di far rinascere la nostra pelle eliminando la secchezza e la ruvidità cutanea inevitabile durante l’inverno. Adesso parliamo di esfoliazione.

Avremmo dovuto affrontarla prima, nel senso che la beauty routine d’obbligo, in questo caso è: esfoliare e poi trattare/idratare. A nulla vale la migliore crema idratante se il nostro corpo è soffocato dalle cellule morte: un’epidermide privata di questo strato è più ricettiva a qualunque trattamento, assorbe meglio i principi attivi (siamo essi idratanti, anti-cellulite, drenanti). In altre parole è più efficace.

Ci sono molti modi per eliminare, esfoliando, le cellule morte: validissimo è lo scrub meccanico in granuli, che in commercio si trova declinato in mille profumazioni e formule. L’utilizzo è semplicissimo: si massaggia il prodotto sotto la doccia, insistendo sulle parti più ostiche come comiti, talloni, glutei, esterno cosce e ginocchia, mentre le particelle effettuano un gommage delicatamente abrasivo. Il mio metodo per l’operazione consiste nell’uso di un guantino particolare, che potete trovare nelle parafarmacie, che si chiama Magic Peeling. Fino a questo momento è la strategia più efficace che abbia trovato per l’operazione “uccidiamo le cellule morte”!

Attacco alle rughe, il peeling meccanico del Microneedle Roller

Per avere una pelle priva di imperfezioni come rughe, pori dilatati e comedoni, è necessario andare oltre alla semplice detersione e idratazione. E’ indispensabile esfoliare, affinché le cellule morte che naturalmente si accumulano sulla superficie della pelle, soffocandola e rendendola spenta, possano essere sistematicamente eliminate.

Ci si può rivolgere al dermatogolo e sottoporsi, su suo consiglio, a un peeling chimico (composto da varie e alte percentuali di acidi come glicolico, mandelico, lattico e salicilico), procedere due volte alla settimana con un esfoliante granuloso da massaggiare sul viso, utilizzare creme che contengano minime percentuali degli acidi che il dermatologo usa per i trattamenti urto.

Oggi si può anche optare per un altro genere di peeling meccanico, che viene direttamente dall’America: si chiama Microneedle roller skin terapy e promette l’eliminazione di rughe, rughette, segni dovuti all’acne, pori e comedoni.