Tendenze capelli 2016: la frangia a tendina

di Anna Cantarella 1

E’ una delle tendenze di riferimento dell’inverno e promette di essere un trend popolarissimo per tutto il 2016. La frangia a tendina è una soluzione per cambiare look senza stravolgere la propria pettinatura o il taglio di capelli. Amatissima anche dalle star – Monica Bellucci e Kate Middleton solo per citarne alcune – questo particolare tipo di frangia è stata presente anche in tutte le sfilate 2015 della New York Fashion Week. Noi vi diamo qualche consiglio utile se volete adottare questo look.

La frangia a tendina, detta anche “curtains bangs” è una frangia piena e dritta, leggermente più lunga ai lati, profonda e dall’aspetto leggermente arrotondato. Si può portare drittissima sulle sopracciglia oppure può essere bombata per un look vagamente vintage. L’icona della frangia a tendina è senza dubbio Brigitte Bardot, che la portava con i capelli mossi molto lunghi, ma per attualizzarla basta abbinarla a un taglio shag oppure a un taglio lungo molto scalato. L’importante è avere lunghezze abbastanza decise perchè per poter ottenere delle proporzioni ottimali nelle forme del viso, la frangia a tendina deve essere abbinata a tagli lunghi oppure al long bob.

Sceglietela solo se avete molti capelli, o comunque spessi perchè se i capelli molto fini sono inadatti a questo look. Se siete indecise, la frangia a tendina è quello che fa per voi perchè è una delle frangie che richiede meno ritocchi, ed essendo molto lunga è facile farla diventare presto un ciuffo da aprire in due con una scriminatura centrale e quindi tornare in pochissimo tempo ad un look senza frangia.

Photo Credit| Tupelu / Getty Images

Commenti (1)

  1. You completed a number of good points there. I did a search on the subject matter and found a good number of people will agree with your blog.

    http://engatirunelveli.com/cat/service-providers/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>