Tendenze tagli capelli 2017: ritorna il caschetto classico

di Anna Cantarella Commenta

Un taglio sempre di tendenza da riscoprire nel 2017: il caschetto.

Bob, caschetto carrè. Questi tre tagli di capelli – che poi sono la declinazione di un unico taglio di capelli corto e molto femminile – non passeranno mai di moda e sono infatti tra le tendenze tagli capelli 2017. Le donne sono affascinate da questo taglio di capelli sensuale e femminile, che fin dal primo momento in cui fu creato ha riscosso enormi successi.

La storia risale al 1890, anno in cui l’attrice francese Polaire sfoggiò per prima un caschetto retto. Da quel giorno, il caschetto è diventato il simbolo di una femminilità che vuole rompere gli schemi che si ribella alle tradizioni che volevano le donne con i capelli lunghi e raccolti – e che desidera più libertà di stile.

Dal 1890 fino al 2017 poco è cambiato. Il caschetto era ed è uno dei tagli più di tendenza, più amati e più scelti dalle donne. Basta guardare un pò le immagini delle collezioni tagli di capelli autunno-inverno 2017 per rendersi conto che il caschetto, con alcune delle sue varianti, è il massimo del trendy.
Può essere retto, sotto la mandibola, oppure cortissimo stile Valentina, al livello dei lobi delle orecchie. Può avere il ciuffo o essere abbellitto da una grande frangetta. E poi c’è il caschetto asimmetrico, il caschetto shag e così tante altre varianti che c’è l’imbarazzo della scelta.

Se sceglierete di farvi conquistare dal caschetto, scoprirete che è anche un taglio facile da portare perchè richiede pochissime cure giornaliere. Per avere un caschetto sempre al top dovete realizzare la piega con una spazzola tonda, in modo da non fare sembrare il taglio troppo geometrico. Vaporizzate un prodotto ad hoc per tenerlo in piega ed eliminare il crespo e infine, usate un ferro tondo di grosse dimensioni per dare un pizzico di volume alle lunghezze.

Photo Credit| Tupelu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>