Tendenze tagli capelli 2016: il caschetto asimmetrico

di Anna Cantarella Commenta

Il 2016 ha in serbo tantissime novità per tutti i gusti. Chi ama i capelli lunghi potrà continuare a sfoggiare lunghe chiome, a patto che siano curatissime e brillanti; chi invece ama i tagli corti potrà scegliere tra numerose opzioni. Una di queste è il caschetto asimmetrico, già scelto come nuova pettinatura da Caterina Balivo o Melissa Satta, che promette di essere uno dei tagli più amati del 2016 appena iniziato.

Il caschetto asimmetrico è un particolare tipo di caschetto – o bob che dir si voglia – che ha la caratteristica di essere corto alla nuca sulla parte anteriore mentre le lunghezze intorno al volto arrivano a sfiorare il mento. L’asimmetria del taglio può essere concentrata su un solo lato, e in questo caso avremo un lungo ciuffo da un lato e un caschetto regolare dall’altro, oppure da entrambi i lati del volto e quindi il caschetto sarà corto sul retro e più lungo sul davanti. Questo secondo tipo di caschetto si può facilmente trasformare il un lob – long bob, altra pettinatura molto trendy – semplicimente tenendo un po’ di lunghezza in più. Sta a voi scegliere qual è la versione che preferite, anche in base alle caratteristiche del vostro volto e ai consigli del parrucchiere.

In genere è preferibile avere capelli lisci o comunque docili per poter passare a un taglio corto. Il caschetto asimmetrico però si può portare sia con il liscio assoluto, che con il liscio spettinato o con i ricci morbidi. Assicuratevi di mantenerli sempre idratati e di fare attenzione alle doppie punte, che su un taglio corto diventano ancora più visibili.

I colori di tendenza del 2016 sono tutti colori caldi e multisfaccettati. Dal biondo al rosso, fino al castano intenso, l’importante è che il colore dei capelli sia illuminato da riflessi più o meno visibili a seconda delle vostre esigenze. SI possono realizzare schiariture sulle punte o riflessi tono su tono.

Photo Credit| Tupelu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>