Tagli a caschetto: ritorna lo stile Valentina

di Redazione 5

Lui è di nuovo sulla cresta dell’onda. Anzi, in testa. È il mitico caschetto, trasgressivo e un po’ maledetto. Sexy, accattivante e tremendamente seducente, insomma un taglio per “cattive ragazze”. Nel 1909 il parrucchiere parigino Antoine, in una giornata di particolare estro creativo, ideò la pettinatura a caschetto, detta anche carrè o in inglese “bob style”. Louise Brooks, la celebre attrice dei  film muti, la sfoggiò nel 1928 nel film “Vaso di Pandora” e ne fece il suo punto di forza facendola diventare  una pettinatura di gran moda. Fu proprio lei ad ispirare i tratti di Valentina Rosselli, l’eroina dei fumetti di Guido Crepax che ancora oggi appassionano migliaia di lettori. Il taglio corto in stile Valentina è di recente tornato molto di moda, anche se in realtà è stato sempre in auge e ha sopravvissuto alle mode passeggiere.

E’ il taglio più adatto per chi ha i capelli lisci e il caschetto ideale deve essere perfettamente geometrico ed ordinato. Il taglio, corto e netto o lungo e scalato, con frangia o senza, sbarazzino o estremamente elegante, rappresenta un must per tutte le donne, senza contare che è diventato un’icona di stile, basta pensare al caschetto rosso di Laura Chiatti nel film di Carlo Verdone “Io, loro e Lara” o a quello di Natalie Portman. Il classico caschetto stile Valentina, corto all’altezza del mento, con frangia e molto sfumato sulla nuca, dà un tono deciso e al tempo stesso molto sexy.
La frangia, contrariamente a quello che si pensa, non arrotonda il viso, ma valorizza gli zigomi. La più attuale è quella asimmetrica, simile ad un ciuffo scalato, anche se il taglio prevede una frangia lunga, drittissima e con l’attaccatura alta. La frangia può essere modificata in un ciuffo laterale o in bandeau che copre l’occhio, non importa. L’importante è che il perimetro sia a carrè. Il resto si può personalizzare con l’aiuto dell’acconciatore. Il colore? Black or white, nessuna via di mezzo. O nero profondo o biondo luminoso. Perfetto l’iperliscio per le brune, se invece sei bionda puoi tentare la strada del carré mosso, morbido e seduttivo.

Photo Credit| Beppe Unali

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>