Le 12 cose da non fare ai tuoi capelli (prima parte)

di Anna Cantarella 6

Ammettiamolo: noi donne siamo bravissime a stressare i nostri capelli. Li sottoponiamo a lavaggi e trattamenti estremi, li piastriamo e li asciughiamo senza molte attenzioni, specie se non siamo soddisfatte del loro aspetto quando sono “al naturale”. E’ facile avere capelli perfetti quando siamo appena uscite dal parrucchiere, ma è la cura quotidiana che fa la differenza nel lungo periodo. Ecco per voi, una lista delle 12 cose che assolutamente dovete evitare se volete avere capelli sani e belli, più qualche consiglio per rimediare ai danni fatti.

1) Lavare i capelli tutti giorni. Anche se non siamo sostenitori del look grunge con capelli oleosi anni ’90, può essere buono far prendere una pausa ai nostri capelli dai lavaggi e dall’asciugatura quotidiana. Specie se avete i capelli colorati, evitare qualche shampoo ogni tanto farà resistere di più il colore perchè i solfati presenti in molti shampoo aggrediscono i pigmenti delle tinture e causano quella fastidiosa scoloritura del colore. Inoltre, soprattutto per chi ha i capelli oleosi, i lavaggi frequenti possono eliminare troppo a fondo il grasso naturale dei capelli lasciandoli secchi e sfibrati e più suscettibili a rottura. Quindi provate ad aspettare un giorno in più prima di fare lo shampoo e se già dal secondo giorno cominciate a vedere che le radici sono un po’ unte, usate uno shampoo a secco o in polvere e spazzolate accuratamente.

2) Tagliare i capelli raramente. Se state cercando disperatamente di fare allungare i capelli perchè vi siete stancate di un taglio corto, potreste essere tentate di evitare le forbici del parrucchiere per mesi e mesi. In realtà non state facendo un favore ai vostri capelli almeno per due motivi. Primo, perchè le punte vanno tagliate regolarmente per evitare le doppie punte, altrimenti poi sarete costrette a tagliarle quando non potrete più farne a meno e perderete in ogni caso qualche centimetro di lunghezza. E secondo, se non regolate il taglio i capelli sembreranno molto presto troppo trascurati.

3) Usare troppo balsamo. E’ logico che i capelli fini possono appesantirsi con troppo balsamo. Ma anche i capelli grossi e secchi non hanno così tanto bisogno del balsamo come si crede. Provate ad usare meno balsamo e in una formula più leggera e fate trattamenti più intensi solo quando i capelli ne hanno bisogno. Quando utilizzate il balsamo evitate la cute e distribuitelo solo sulle punte.

4) Asciugare troppo i capelli. Se fate uno shampoo al giorno, sicuramente userete il phon per almeno dieci minuti. Senza contare la piastra e il ferro arricciacapelli. Quindi non stupitevi se i vostri capelli sembreranno letteralmente “fritti”. Per proteggerli utilizzate un prodotto per tutelarli dal calore, che formerà una pellicola protettiva sul capello per evitare al calore di danneggiare lo stelo.

5) Combattere la natura dei capelli. Tecnicamente non c’è niente di sbagliato nel voler lisciare i capelli ricci e arricciare quelli che per natura sono lisci. Però basta sapere che c’è bisogno di perdere molto tempo e che il risultato può non essere quello sperato. Se la giornata è molto umida, asciugate i capelli al naturale, tanto basterà una semplice passeggiata per rovinare ore perse a cercare di ottenere uno styling perfetto.

6) Scegliere prodotti non adatti al vostro tipo di capelli. Proprio come si sceglie la crema idratante o il fondotinta adatto al nostro tipo di pelle, allo stesso modo bisogna scegliere un prodotto adatto al nostro tipo di capelli. Del resto è assurdo pensare di poter tenere a bada i capelli ricci o crespi con una semplice spruzzata di gel. Scegliete quindi una linea di prodotti adatta alle vostre esigenze.

Seguiteci anche domani per sapere quali sono gli altri sei punti della lista!

Photo Credit| JC Biguine

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>