Capelli ricci e ondulati per l’estate 2012

di Anna Cantarella Commenta

Il fascino di una chioma ribelle, la bellezza dei boccoli e dei capelli che incorniciano il viso. Queste le caratteristiche della pettinatura più estiva che ci sia, che andrà molto di moda nell’estate del 2012. Del resto non c’è niente di più pratico che lavare i capelli, asciugarli con un diffusore e curare appena le morbide onde naturali che creano. E’ un look perfetto per la spiaggia e per le giornate di mare in cui c’è poco tempo per occuparsi dei capelli. Pochi i prodotti fondamentali: un olio protettivo con filtro solare, una mousse a tenuta media, un prodotto illuminante di finish per far risplendere i capelli e dei bigodini o una piastra per definire i ricci.

Il 2012 è stato caratterizzato dal must della naturalezza, nei capelli come nel make-up. Ma non è detto che naturale debba voler dire necessariamente poco curato. Anzi, perchè l’effetto della naturalezza sia gradevole è richiesto un notevole impegno per ridurre i piccoli difetti dei capelli senza farli sembrare artefatti. I boccoli naturali vanno bene, ma che siano statici, senza crespo e molto definiti.

La regola fondamentale da seguire per avere dei ricci statici perfetti, è l’idratazione. Una maschera idratante è necessaria per tutti i tipi di capelli ma soprattutto per quelli secchi e un po’ sfibrati, che specialmente se sono ricci rendono la piega difficoltosa e sono opachi. i ricci perfetti invece, sono quelli super idratati, brillanti, elastici e abbastanza voluminosi.

Per ottenere una perfetta pettinatura di capelli ricci o ondulati scegliete una beauty routine adeguata, che comprenda uno shampoo e un balsamo adatti alle vostre esigenze. A questi deve seguire una maschera idratante da applicare per 5 minuti almeno una volta a settimana. Per l’asciugatura avete due opzioni: potete utilizzare i bigodini, larghi e rotondi oppure più stretti e a cono a seconda della larghezza delle onde che volete ottenere. Oppure potreste utilizzare una piastra con un ferro mediamente largo con cui definire i ricci più ribelli. Infine, potreste anche prepararvi da sole i bigodini con l’infallibile metodo fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>