Metodo Tabata: ecco come Noemi è tornata in forma

di Vale Commenta

Sul palco di Sanremo Noemi è apparsa più in forma che mai: la cantante, complice anche una copertina bellissima su Vanity Fair, non ha fatto mistero del suo cambiamento fisico, raggiunto con tanto impegno e il metodo Tabata, una forma di fitness non adatta a tutti ma dai benefici evidenti.

Noemi e la ritrovata forma fisica

Noemi ha deciso di intraprendere questo percorso dopo essersi resa conto di non amare più se stessa e di non riconoscersi più nel suo corpo: questo l’ha portata a chiedere consiglio a esperti per poter raggiungere il risultato voluto. Un risultato che abbiamo potuto vedere tutti quanti sul palco sanremese e che ci ha portato a volerci informare di più su questo tipo di allenamento, che la stessa aveva raccontato di aver iniziato lo scorso giugno. Essenzialmente il metodo Tabata è un allenamento che punta a unire in un lasso ristretto di tempo un grande sforzo fisico e brevi pause.

Si parla più nello specifico di un allenamento ad alta intensità capace di attivare il metabolismo e molto apprezzato da i VIP, che deve essere comunque abbinato in una dieta equilibrata per poter ottenere ottimi risultati.

Esso è conosciuto anche come Tabata training o Guerrilla cardio, attività che prevede un forte lavoro cardiovascolare anaerobico ad alta intensità. Inventato dallo scienziato giapponese Izumi Tabata negli anni ’90, consiste nel ripetere un esercizio al massimo della potenza fisica per del tempo specifico, facendolo seguire poi da una pausa, ripetendo tutto per 8 volte. Si alternano 15, 20, 30, 60 secondi di esercizio a 5-10 secondi di pausa.

In cosa consiste il metodo Tabata

Questo tipo di allenamento consente di accelerare il metabolismo, bruciare grassi e migliorare la resistenza fisica: ma non è adatto a tutti.

Il Tabata training infatti è pensato più nello specifico per coloro che già sono allenati o hanno esperienza nel mondo del fitness: nonostante il breve tempo necessario a concludere un circuito, pari circa a 4 minuti, il carico di lavoro è così forte che se non si ha esperienza o non sia la giusta condizione fisica, si rischia di farsi male.

Questo allenamento è formato da esercizi a corpo libero total body utilizzando anche pesi: questo significa che sono necessari tecnica e coordinazione e soprattutto muoversi alla massima potenza per fare più ripetizioni possibili. Per chi non ha un fisico allenato, i tempi di recupero non sono sufficienti.

La quantità di endorfine prodotte è capace di facilitare il buonumore e  quindi consentire alla persona che si sta allenando, non solo di essere soddisfatta dei risultati, ma anche di sentirsi più felice.

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>