Caduta capelli, cosa bisogna sapere

di Vale Commenta

La caduta dei capelli, sia negli uomini che nelle donne, è spesso trattata come un tabù. Niente di più sbagliato: per affrontare il problema e tentare di risolverlo è necessario conoscerlo e avere una idea di quali siano i falsi miti attorno ad esso.

Cosa è vero e cosa è falso sulla caduta dei capelli

Prendiamo l’autunno: il fatto che si perdano più capelli in questo periodo non è una leggenda metropolitana. Sebbene il ricambio dei capelli avvenga nel corso di tutto l’anno, questo fenomeno aumenta in questa stagione. E’ il ciclo normale di vita del capello più i radicali liberi che si vengono a creare in maggiore quantità con le temperature estive, causando danni maggiori ai bulbi piliferi.

E’ vero inoltre che anche lo stress provochi danni ai nostri capelli, come fa con il resto dell’organismo: qualche capello in più che cade non deve preoccupare. Bisogna pensare a rivolgersi ad un esperto se la caduta dei capelli è prolungata e in quantità importanti.

Cosa dire poi di tinte, trattamenti liscianti e permanenti? Essi hanno effetto sulla capigliatura ma non portano alla caduta dei capelli. In questo caso sono i fusti a rimetterci, non i bulbi che si trovano in profondità, nel cuoio capelluto.

Cosa fare e cosa non fare contro la caduta dei capelli

Quando si presentano dei fenomeni di caduta di capelli, la prima reazione è quella di cercare rimedi per favorire la crescita. Spesso la spazzolatura costante viene suggerita: in questo caso in realtà sarebbe meglio provvedere al massaggio della cute con i polpastrelli, in modo di evitare la creazione di doppie punte.

E lo stesso deve essere fatto con i lavaggi, tenendo conto che ogni capello è differente e che non va bene né lavarli eccessivamente né mantenere a lungo sul cuoio capelluto sebo, sudore o polvere.  E se prodotti specifici devono essere scelti in base alle caratteristiche dei propri capelli, è altrettanto importante che gli integratori vengano prescritti da personale competente in base alle reali esigenze. Non si possono assumere a caso: dovrebbero essere svolte prima delle analisi del sangue e poi affidarsi alla decisione del medico tricologo, specializzato in questo tipo di problemi.

Se si vuole evitare la caduta dei capelli si può agire anche in tavola, con una alimentazione sana e bilanciata, che contenga il giusto quantitativo di carne, pesce, carboidrati  e soprattutto frutta e verdura di stagione, ricca di vitamine e fibre.

In questo modo, si potrà fare qualcosa per combattere la caduta dei capelli in modo corretto. Essi rappresentano una parte delicata del nostro organismo: se vogliamo prenderci cura di loro è importante che prima ci prendiamo cura di noi stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>