Doccia quotidiana, abitudine sana

di Vale Commenta

C’è chi preferisce lavarsi a pezzi e chi eseguire una doccia quotidiana: quest’ultima deve essere considerata un’abitudine sana, soprattutto se gli impegni giornalieri si rivelano particolarmente stressanti.

Meglio doccia a giorni alterni

Mettersi sotto il getto della doccia tutti i giorni non rappresenta un problema, anzi : è un vero e proprio toccasana per tutti coloro che hanno bisogno di rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro e per scaricare tutte le tensioni accumulate nel corso della stessa: gli esperti hanno sottolineato più volte che fare la doccia tutti i giorni non crea nessun problema, sia all’organismo che alla pelle, sebbene il ritmo consigliato sia quello di sottoporsi a questo rituale di lavaggio un giorno sì e uno no, a meno che non si abbiano particolari esigenze dettate dalla tipologia di lavoro che si esegue e quindi vi sia bisogno di togliersi polvere o altra sporcizia di dosso.

Ovviamente a patto che si mantenga una corretta igiene personale e che ascelle ed altre parti del corpo vengano lavate a prescindere in altra maniera.  Insomma la doccia quotidiana è uno strumento di benessere che non deve essere sottovalutato sebbene, va ripetuto, che una cadenza a giorni alterni consente di mantenere i batteri buoni che proteggono la pelle e il corpo delle infezioni sull’epidermide.

Adottare degli accorgimenti specifici

Una volta confermato che questa abitudine è comunque sana è sostenibile da mantenere, vi sono degli accorgimenti che bisogna prendere onde evitare che qualcosa di buono si traduca in qualcosa di pericoloso per la propria salute. La prima cosa da fare? Evitare l’acqua troppo calda: anche se risulta piacevole e rilassante sul corpo le temperature più alte di 49 gradi causano una riduzione dell’umidità della pelle, eliminando le sostanze lubrificanti naturali e portando ad una secchezza che sarebbe meglio evitare. E’ quindi consigliabile rimanere su una temperatura di 43 gradi al massimo.

Sarebbe consigliabile anche ridurre il tempo che si passa sotto la doccia: cinque minuti consentono di lavarsi in modo corretto sia la testa che il corpo e di evitare di ridurre troppo l’umidità della pelle, che deve rimanere a un valore costante in grado di mantenerla idratata: non è un caso che alle persone che soffrono di dermatite e di psoriasi venga consigliato di fare una doccia molto veloce. Altrettanto importante è eseguire lo shampoo prima del risciacquo finale e asciugarsi in maniera corretta tamponando e non strofinando, per evitare irritazioni, prurito e ruvidezza della pelle.

Insomma farsi la doccia tutti i giorni ai suoi benefici nei confronti nell’organismo, il quale gioverà della corretta igenizzazione a patto che la stessa venga eseguita senza esagerazioni e facendo in modo tale di non disturbare gli equilibri tipici della pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>