Olio di cocco sui capelli, perché usarlo

di Vale Commenta

L’olio di cocco è un ingrediente utilizzato in cucina al posto del normale burro all’interno di tantissime ricette: non molti però sanno come sfruttare le sue peculiarità per prendersi cura dei propri capelli. Vediamo come fare.

Olio di cocco per una capigliatura perfetta

Ecco quindi che l’olio di cocco non è solamente buono spalmato sulle fette biscottate a colazione, ma è qualcosa che può aiutarci ad ottenere una capigliatura perfetta e una testa sempre in buono stato. Questo perché ha la capacità di nutrire in maniera profonda sia i capelli che la cute, dando allo stesso tempo un ottimo profumo alla nostra testa. L’olio di cocco è perfetto da utilizzare se si hanno i capelli rovinati da un uso esagerato della piastra o di colorazioni: si tratta di uno strumento molto importante di benessere per la propria capigliatura, anche se si passa molto tempo al mare e il sale ha man mano indebolito la chioma.

Si tratta, tra l’altro, di un ottimo prodotto nel caso in cui non si vogliano utilizzare balsami di tipo chimico sulla propria capigliatura: un’alternativa naturale a tutte quelle nozioni i che possiamo trovare di solito all’interno dei supermercati. Una delle peculiarità di questo prodotto è che anch’esso può essere trovato con facilità all’interno dei suddetti negozi.

Uno degli usi più diffusi dell’olio di cocco e quello di essere utilizzato come maschera prima dello shampoo: è composto da acidi grassi a catena media e proprio per questo motivo può penetrare nei capelli con facilità. È in grado di dar luce alla chioma e allo stesso tempo è capace di riparare le doppie punte. Basta semplicemente inumidire i capelli e applicarne una quantità generosa: importante è scaldarlo per scioglierlo ai fini dell’applicazione e una volta ben distribuito deve essere lasciato in posa per un’ora prima di procedere al lavaggio.

Olio di cocco per districare i capelli

L’olio di cocco può essere anche utilizzato come balsamo districante giornaliero, soprattutto su capelli ricci o lunghi. Ovviamente la prima cosa da fare e spazzolare per bene i capelli, poi applicare l’olio riscaldato massaggiandolo dalle estremità verso le radici e aiutandosi nel districare con le dita.

Questo composto può essere utilizzato anche come antiforfora, perché ha la capacità di ammorbidire e nutrire la cute secca del cuoio capelluto, evitando le desquamazioni che potrebbero presentarsi: allo stesso tempo è anche un ottimo protettore dei raggi UV. Insomma da qualsiasi punto lo si veda questo composto è perfetto per prendersi cura dei capelli, soprattutto di quelli stressati da agenti esterni. In questo modo, con un ingrediente naturale, è possibile ottenere risultati importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>