Provato per voi: shampoo bio mandorla dolce e fiori di loto Ultra Dolce Garnier

di Redazione 1

Garnier è deciso a stupirci su tutta la linea e ci riesce bene, per ora: dopo aver lanciato la linea di prodotti per il viso Bio Active – di cui abbiamo provato per voi la crema idratante da giorno – rinnova anche la sua linea di shampoo Ultra Dolce lanciando un nuovo prodotto bio, alla mandorla dolce e fiori di loto.

Biodegradabile al 97% secondo quanto recita la confezione. E sul retro si specifica che gli altri ingredienti sono prodotti tenendo conto della riduzione dell’impatto ambientale. Potevo non provare immediatamente lo shampoo? Il balsamo ne è rimasto escluso solo perché non l’ho trovato disponibile nel mio punto vendita. Pare stia andando a ruba, perché dall’INCI completamente verde.

Non si può dire la stessa cosa dello shampoo, che presenta stando al Biodizionario.it qualche pallino rosso, ma per il resto ha una formulazione di tutto rispetto, specialmente in considerazione del fatto che si tratta di un prodotto da grande distribuzione. Finalmente si comincia a prestare la dovuta attenzione alla nuova sensibilità verso quel che contiene un prodotto e ai suoi effetti sulla nostra pelle e sull’ambiente prima che alle promesse da stampare su suadenti confezioni.

È quindi con predisposizione ottimistica e atteggiamento favorevole che uso questo shampoo per la prima volta restandone contenta. Ma l’esperienza mi ha insegnato a non fidarmi troppo della prima impressione e così, con la complicità dell’estate e dei lavaggi più frequenti che richiede la frequentazione quotidiana del mare, ho testato lo shampoo più e più volte prima di darvi un parere. Positivo.

Probabilmente non tutti i capelli reagiranno allo stesso modo, non possiamo illuderci che sia così, benché lo shampoo sia dedicato a tutta la famiglia e a tutti i tipi di capelli. Io non ho particolari problemi alle chiome, giusto un po’ di tendenza alla secchezza. Sui miei capelli il prodotto funziona bene. Produce abbastanza schiuma, la cui assenza nel caso dei prodotti ecobio solitamente è un dettaglio che suscita sempre sospetto.

Lava a fondo senza essere aggressivo, grazie anche ad una base lavante più delicata rispetto ai soliti sles che si trovano normalmente negli altri shampoo della grande distribuzione. Il risultato è morbido, abbastanza disciplinato, lucido. Non contiene siliconi, coloranti e parabeni. Ha una consistenza in gel molto fluido, facile da dosare e diluire, molto gradevole anche nella profumazione, dolce ma senza essere stucchevole. Io mi sento di promuoverlo. Chi di voi l’ha già provato e vuole condividere la propria esperienza?

Commenti (1)

  1. Ciao a tutte!!!
    Io ho capelli lunghi, fini, ricci e scalati Pel di Carota naturali. Delicati e viziati. Lo uso da mesi come alternativa all’OLIODERBE UOVO (che mi seccava troppo I capelli) e mi ci trovo benissimo.
    Diluito in acqua tiepida coccola I miei capelli ribelli con una schiuma soffice e profumata che lascia le mie chiome pulite e fragranti per 4/5 gg.
    Il suo lavoro (lavare) lo fa, su di me, egregiamente.
    Testato sotto stress.
    Io lo promuovo.
    A pieni voti.
    E visto il rapporto qualità/prezzo, (soprattutto paragonato a certi eco/bio pretenziosi ed esosi)
    mi permetto di aggiungere anche la Lode.
    Perché inoltre Garnier, ho saputo, non testa più su poveri animali.E io, da vegetariana, ringrazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>