Rasare i capelli contro la calvizie?

Spread the love

Rasare i capelli può essere utile contro la calvizie? Sono tanti i rimedi popolari che vengono messi in atto contro la caduta dei capelli. Questo effettivamente utile?

Rasare i capelli non è una soluzione

Quando la capigliatura inizia ad abbandonarci è sempre un momento difficile da metabolizzare. A prescindere dall’età e dal sesso di appartenenza. Questo perché la chioma rappresenta, fin da quando siamo piccoli, un nostro segno distintivo con il quale fatichiamo a non vederci. Rasare i capelli del tutto può aiutare come indicano alcune credenze popolari?

In realtà rasare i capelli non aiuta assolutamente a combattere la calvizie. Questo semplicemente perché il ciclo di vita del capello non è influenzato dall’essere più o meno corto o lungo. Si tratta di qualcosa stabilito essenzialmente dalla genetica e possibili patologie o carenze che possono scatenarsi.

Questo luogo comune è abbastanza diffuso perché in realtà tagliarli aiuta a eliminare le doppie punte quando questi sono sfibrati e rovinati. Rasare i capelli può quindi essere utile in un certo senso per migliorare la loro salute ma non per combattere la calvizie.

In realtà non esiste correlazione tra tagliare la propria chioma e la velocità di ricrescita. Teoricamente quindi è sbagliato pensare che sforbiciando con una certa cadenza si possa risolvere il problema del capello sfibrato. Soprattutto perché è impossibile in questo modo agire sul bulbo pilifero e sul ciclo di vita generale del capello.

Le fasi di crescita del capello

Tecnicamente le fasi di crescita del capello sono tre la Anagen, la Catagen e la Telogen nella quale rispettivamente il capello cresce di circa un cm al mese, si ferma e non viene più prodotto nulla dal follicolo. E in quest’ultima fase che può avvenire la caduta e una volta conclusasi si ricomincia dalla Anagen e il capello ricresce.

Il ciclo in generale può risentire come già suggerito di fattori genetici ma anche di squilibri ormonali e stress. Rasare i capelli a zero quindi non serve a niente per combattere la calvizie. Esteticamente, soprattutto negli uomini, può aiutare a nasconderla. Non è quindi una soluzione ma semplicemente un rimedio stilistico.

Quel che bisogna fare, se si vuole arrestare la caduta dei capelli. E affidarsi a un buon professionista che possa verificarne le cause e aiutare a risolverle nel caso sia possibile.

Alla fine un taglio corto può adattarsi bene sia i lineamenti di un uomo che a quelli di una donna. Non si deve aver paura di voler seguire questa scelta estetica se si pensa che possa aiutare almeno psicologicamente ad affrontare il problema.

Lascia un commento