I buoni propositi beauty dopo le vacanze estive

trattamenti viso corpo mantenimento benessere vacanze estive

Ed eccoci tornate al tran tran quotidiano, alla fretta e alla frenesia, ai libri di studio, all’ufficio e al capo che ci sommerge di lavoro: eccoci tornate più rilassate, magari a volte più stressate di prima, con una sana abbronzatura ottenuta con costanza e abbondanti dosi di protezione.

Spesso torniamo in città con qualche chilo in più; le più attente, invece, si ritrovano più toniche e snelle, perché magari al mattino avevano preso la sana abitudine di fare lunghe passegiate lungo i sentieri, sulla battigia o nei parchi.

Cosa fare per far durare il più a lungo possibile l’aria salubre del post-vacanza? Prima di tutto stabilire una strategia d’azione che preveda di ritagliarsi un’oretta al giorno di puro relax: la serenità psicofisica è il miglior antirughe e illuminante viso che esista al mondo!

Relax e pelle di seta con gli olii corpo

olio corpo benessere real emolliente nutriente corpo

Uno studio recente ha dimostrato che una vacanza troppo lunga stressa, anziché rintemprare l’animo: una ricerca dell’università tedesca Radboud spiega che il benessere psicofisico dura dai due ai quattordici giorni al massimo. Dopo subentra nuovamente lo stress, aumentato dallo stato di inerzia e ozio che decuplica la sensazione di malessere.

Che voi abbiate passato un giorno, un mese o neppure un week end in vacanza, il rientro è sempre un po’ traumatico: ufficio, la frenesia dei mezzi pubblici, caos cittadino e scadenze a lavoro. Ritagliarsi una fetta di puro piacere mentale e fisico è un piccolo dovere che dovremmo rispettare nei confronti della nostra salute e del nostro corpo: a volte ciò significa, semplicemente, una lunga doccia o bagno tiepido seguito da una coccola extra, come un olio corpo.

Olio monoi: come si usa

olio monoi tiarè

Si fa presto ad avvertire nell’aria l’estate persino nel cuore dell’inverno se solo si sparge un sentore di olio monoi nell’aria: è il profumo della Polinesia, dei fiori di tiarè, in definitiva di quel sapore esotico di vacanze in terre lontane che fanno sognare ad occhi aperti. Anzi chiusi, annusando le note calde e sensuali del monoi. Per me non è più possibile affrontare l’estate senza un flacone di olio al monoi, di cui sono diventata davvero dipendente. I suoi usi sono molteplici e se solo ci si lascia stregare dal suo profumo nessuno sa più farne a meno.

Il suo primo uso, quello tradizionale, è dedicato ai capelli. Le donne polinesiane se ne servono per rendere le loro lunghe chiome lucenti e setose, profumandole e nel contempo proteggendole. È un uso che possiamo adottare anche noi, sia in spiaggia, per proteggere i capelli dall’azione di sale, sole e vento, sia a casa dopo lo shampoo, usandone qualche goccia sulle punte per profumarle e proteggerle dall’azione degli agenti atmosferici di città.

Olii corpo per l’estate 2011 firmati Sanoflore e Lierac

idrata e nutri la tua pelle con gli olii corpo Sanoflore e Lierac

La pelle che tira, secca e desquamata è un’eredità che l’inverno porta con sè e che, se non adeguatamente considerata, non fa che peggiorare durante l’estate. L’esposizione solare, il cloro e la salsedine sono fattori micidiali per l’epidermide: bisogna prestarvi maggiori cure e attenzione, anche se la spensieratezza tipica della stagione potrebbe indurci a tralasciare il rituale.

Oltre a fare un saltuario scrub corpo (che non inficia l’intensità dell’abbronzatura, ma la implementa e la rende più omogenea) possiamo optare per bagnoschiuma delicati e neutri, poco profumati, magari sottoforma di olio lavante. Il top, per avere una pelle liscia come il velluto è sostituire l’abituale fluido corpo con un olio apposito, che nutre la pelle secca e provata dalle aggressioni estive. 

Olio scintillante fai da te

La pelle al sole e dopo l’esposizione solare deve essere idratata e lenita e cosa c’è di meglio per farlo di un olio? Meglio ancora se talmente versatile da poter essere utilizzato su corpo e capelli. Il massimo se è addirittura scintillante, ricco di mica che crea piacevoli effetti di luce sulla pelle già dorata dal sole. Vi proponiamo oggi la ricetta di FranceskaMakeup che spiega come realizzare un olio secco scintillante fai da te.

Sarà utile per proteggere i capelli dal sale e dal cloro e per intensificare l’abbronzatura, specie se utilizzerete oleolito di carota o di urucum. Gli ingredienti sono pochi e semplici da reperire. Vi servirà un olio di base che sia secco e leggero, come quello di jojoba o di cocco, oppure di caprilico. In alternativa potete scegliere tra macadamia, mandorle, argan, sesamo, yangu, buriti, kukui, crusca di riso, oleolito di carota, oleolito di urucum. Alcuni di questi oli hanno leggerissimi filtri solari, ma ricordate che non possono comunque sostituire la protezione solare che è basilare usare per proteggere la pelle al sole.

Gli indispensabili nel beauty e nel make up per l’estate

cosa non deve mancare nel beauty dell'estate 2011

Dopo esserci tolte di dosso il peso dei cappotti,della flanella e dei maglioni pesanti, perché non fare lo stesso con i prodotti che usiamo abitualmente nella nostra beauty routine? Una regola generale, perfettamente calzante anche in questo ambito, è less is more: snellire il nostro beauty farà bene alla pelle, all’umore e al peso della valigia che ci porteremo in vacanza.

Naturalmente la scelta cadrà, principalmente, sui prodotti multitasking, ovvero flessibili e multiuso, adattabili a diverse esigenze e perfetti per vari utilizzi: le case cosmetiche, oggi, propongono cosmetici dalle altissime performance  ma anche salvaspazio e tempo, per venire incontro alla necessità di leggerezza estiva.

Sette beauty tips per l’estate 2011

consigli pratici per l'estate 2011

A noi piacciono le classifiche, le tabelle procons e quelle in e out: sarà per la loro brevità e incisività, che riesce a trasmettere l’informazione in modo semplice ma conciso; sarà che preferiamo avere una scaletta di buoni propositi ad ogni inizio stagione (anche se spesso, per pigrizia o per distrazione, saltiamo qualche passaggio!).

Sappiamo bene che la brevità ha il difetto, sovente, dell’approssimazione o, peggio, della schematizzazione, ma più che altro questo articolo si propone di darvi dei tips utili, pratici e veloci: mini pillole di salvataggio facili da memorizzare e da seguire, che vi accompagnino per tutta la stagione calda. 

Olio delle Fate anti-cellulite

Sentir parlare a lungo del profumo paradisiaco dell’Olio delle Fate dell’Erboristeria Magentina è stato il primo stimolo per correre dalla mia erborista di fiducia chiedendole di farmelo annusare. I pareri sul web erano contrastanti tra chi ne sosteneva la diretta discendenza dalla genia delle fate da cui l’olio prende il nome e chi invece storceva il naso affermando che il profumo troppo invadente non meritava la spesa. Per dirimere la questione non restava che metterci il naso.

Convinta dalla fragranza delicatamente agrumata e molto femminile ne ho scoperto le caratteristiche anti-cellulite oltre che la piacevolissima sensazione sulla pelle umida: si applica infatti dopo la doccia, prima di uscire dal box per tamponare leggermente con l’accappatoio (che rimane leggermente profumato).

Nessuna scocciatura per l’applicazione dunque, a differenza di molti altri prodotti anti-cellulite che richiedono massaggi profondi e impacchi da potenziare con pellicole trasparenti che ci fanno somigliare a buffe salsicce. Un leggero massaggio quando si stende l’olio sulla pelle non può che far bene, ma richiede pochissimo tempo e impegno.