Blush Cocoa Shock di Kiko, i nuovi fard con finish mat

Sono piccoli, compatti e con un delizioso profumo alla vaniglia. Sono i nuovi Blush Cocoa Shock di Kiko, 4 fard a due tonalità in un pack compatto che sembrano due quadrotti di cioccolata e praticissimo per veloci ritocchi anche nell’arco della giornata.

kiko, Blush Cocoa Shock

I Blush Cocoa Shock presentano un finish mat ideale per avere un risultato omogeneo, ma al tempo stesso modulabile.

Pupa Like a Doll, i blush per un makeup da bambola

Pupa Like a Doll Blush 102
Incarnato fresco, luminoso e bonne mine, questo è il look sempre vincente e per ottenere basta poco: fondotinta, cipria e soprattutto il blush che permette di dare un tocco di colore agli zigomi effetto salute.

E’ bene ricordare però che un blush non vale l’altro, è necessario sceglierlo con criterio in base all’effetto che si vuole ottenere, al tipo di pelle ed al tono dell’incarnato. Proprio per questo Pupa ha lanciato di recente una bellissima collezione di blush, i Like a Doll, 3 formule diverse per 3 finish e 3 effetti diversi, in una gamma di colori a dir poco assortita che si adatta ad ogni esigenza ed occasione.

Provato per voi: Neve Cosmetics Blush Ikebana

Neve Cosmetics Blush Ikebana

Il blush minerale Ikebana venne lanciato da Neve Cosmetics con la collezione Kawaii Japan ed entrò poi a far parte della linea permanente di Truccominerale.

Ne ho ricevuto un campione a seguito di un ordine che feci tantissimo tempo fa e ammetto che all’inizio l’ho talmente snobbato da non provarlo nemmeno. Alcuni giorni fa l’ho ritrovato, ho iniziato a provarlo e mi è davvero piaciuto, per questo ho deciso di parlarvene.

Sisley Phyto-Blush Eclat, novità 2012

Sisley riformula i suoi famosi, e meravigliosi, Phyto-Blush Eclat con una texture high-tech per sublimare l’incarnato con un gesto che sia anche delicato sulla pelle.

La polvere ultra-fine, morbida, setosa, permette di realizzare un maquillage leggero, sorprendentemente trasparente e a lunga tenuta. L’effetto soft focus infatti minimizza le imperfezioni cutanee, la pelle è come levigata, il colore può essere modulato a piacimento, e allo stesso tempo la formula coccola la pelle.

Pratici e resistenti i blush liquidi firmati Benefit

blush liquidi benefit tenuta pigmentazione estrema

Un make up senza blush è un make up incompleto: la prova la vedo su me stessa, quando mi trucco. Se non applico il fard il viso appare un po’ spento, i volumi sembrano meno definiti, manca la tridimensionalità che conferisce al volto maggiore profondità. Scolpire i tratti del viso in modo delicato, soft e strategico è imprescindibile per avere un bel look curato e glamour: basta un po’ di pratica e trovare il prodotto e la texture adatta.

Tra le varie tipologie di blush esistenti vi è quella completamente liquida, che è piuttosto raro trovare in commercio. Questo tipo di prodotto è una delle punte di diamante del marchio inglese Benefit, che ne propone ben tre: Benetint, Posietint e Chachatint. Perfetti per chi sta fuori tutto il giorno perché hanno una tenuta eccezionale unita a un’eccellente pigmentazione.

Le confezioni sono tutte da 12,5 ml e durano veramente tantissimo perché è necessaria una minima quantità di prodotto per ottenere il massimo del risultato in termini di resa del colore.

Piccoli segreti make up per grandi risultati

segreti tips astuzie make up trucco

Vi siete mai sottoposte a una prova di trucco da un make up artist? Sì, è vero: a volte sbagliano clamorosamente la tonalità del fondotinta, ma la maggior parte delle volte sono capaci di farci rinascere, trasformando un viso spento in un capolavoro di luminosità. E, vedendoli all’opera, tutto sembra semplice e facilissimo: in realtà dietro la loro mano esperta e dalle movenze rapide e naturali ci sono anni di duro lavoro, training sul campo e aggiornamenti continui.

Non c’è bisogno di frequentare un corso per diventare truccatore professionale per riuscire a dare il meglio di sè sul make up quotidiano: qui di seguito qualche piccola astuzia per valorizzarci al meglio.

Consigli per la scelta del blush

 

scelta blush fard carnagione tipologia pelle

Un make up non è completo senza un tocco di colore sulle guance. Chissà perchè molte saltano questo passaggio o lo trovano superfluo: il blush rende più salutare l’incarnato, crea un punto di tridimensionalità sul viso e valorizza i tratti del volto. Farne a meno significa lasciare a metà il trucco: non troverete mai un make up artist che salta il passaggio del  fard.

Sul mercato c’è davvero da perderci la testa tra nuances, texture, pigmentazione e resa finale: a volte diventa difficile sceglierne uno, soprattutto se non siamo appassionate di questo cosmetico. La scelta migliore è averne un paio per ogni tipologia, adatti alle nostre necessità e tipologia di incarnato e pelle.

Segreti da make-up artist: il rossetto come blush

Dopo aver scoperto che usare un po’ di deodorante sul viso può prevenire l’insorgere della lucidità nella zona T, vediamo un altro segreto da make-up artist che somiglia un po’ al segreto da Pulcinella e fa parte delle vecchie tradizioni della nonna, ma che non tutti ancora conoscono e che Goss Make-Up Artist svela sul suo seguitissimo e sempre prezioso canale: usare il rossetto come blush.

Io l’ho imparato da piccola, guardando mia nonna, donna vecchio stampo che neppure per stare in casa rinunciava a un po’ di belletto, mai al rossetto, ma l’avevo poi dimenticato perché nell’orgia del consumismo in cui viviamo siamo talmente fornite di prodotti per il make-up che non sembra necessario fare economie rendendo un unico prodotto più versatile di quanto non sia. Inoltre le formulazioni dei blush odierni prevedono una gamma infinita di texture.

Perfetti per l’estate i blush in crema, mousse e gel

blush in crema in gel e in mousse perfetti per l'estate 2011

La stagione estiva richiede freschezza anche nel beauty case, a partire dall’idratazione per finire con il make up. Perché rinunciare a una base perfetta a causa del caldo e dell’afa? Possiamo ottenere un incarnato al top grazie alle case cosmetiche, che ci vengono incontro con formule impalpabili, quasi senza peso.

Cambiano le texture e i finish: i primi sono prevalentemente in crema molto light, o in gel, o ancora fluide; i secondi diventano shimmer, glow e luminosi, raramente si opta per il satinato o il matte. Tra i blush le formulazioni in crema, mousse e gel sono le più piacevoli da usare, durante l’estate.

Il make up di Kate Moss per il giorno delle nozze con Jamie Hince

il make up di kate moss il giorno delle nozze

Il 2011 sarà ricordato come l’anno dei super matrimoni delle celebrità. Proprio ieri abbiamo parlato dello splendido nude look sfoggiato dalla neo principessa di Monaco Charlene Wittstock in Grimaldi. E oggi andiamo a vedere come ha deciso di truccarsi un’altra bellissima celeb, l’ex top model Kate Moss.

I due matrimoni non potrebbero essere più diversi: composti, ligi all’etichetta i reali di Monaco; sorridenti, intenti a far boccacce e a scambiarsi baci appassionati Kate e il neo marito, la rockstar Jamie. Decisamente più simpatica e sbarazzina Kate, che sfoggiava un abito firmato John Galliano e ha optato per un’acconciatura con i biondi e mossi capelli lasciati sciolti e molto naturali. Make up azzeccato e in linea ai criteri che ogni novella sposa dovrebbe seguire: vediamolo da vicino.

Il make up di Charlene Wittstock per il giorno delle nozze con il Principe Alberto

make up e look di charlene wittstock il giorno delle nozze con il principe alberto

Bella, bellissima, regale. La sposa perfetta e che immaginiamo sia la principessa delle favole Disney in carne e ossa. Bionda, con un raccolto iperchic e un abito da sogno, luminosa, commossa e commovente. La sua entrata, quasi timida, ha fatto palpitare il cuore a più di una e ancor di più le lacrime di gioia (e forse, liberazione) versate durante la cerimonia.

Truccata sì, ma ad arte e waterproof: le lacrime non hanno messo a repentaglio il make up. Ma l’effetto finale glow, radioso è naturalissimo e quasi naked. E, si sa, non c’è trucco più difficile da realizzare di quello nude concepito per il giorno delle nozze.

Video tutorial, i cinque make up perfetti per ogni giorno

Perché utilizzare il naked make up per ogni giorno? E’ vero: la maggior parte di noi non ha il tempo, la voglia o la possibilità di indossare a lavoro make up più elaborati: la mattina le lancette corrono e dobbiamo essere perfette in linea con questi tempi strettissimi. Il problema del nude look, però, è che spesso non ci valorizza in toto e, sorattutto in questa stagione, sarebbe più adatto un make up maggiormente colorato.

Make Up Geek, tutorialist guru sul web, ha creato un video utilissimo per chi non vuole rinunciare a un tocco di originalità nonostante il rush time mattiniero: cinque accostamenti intensi e mai banali, dal lunedì al venerdì, per essere sempre al top in poche mosse.

Gli indispensabili nel beauty e nel make up per l’estate

cosa non deve mancare nel beauty dell'estate 2011

Dopo esserci tolte di dosso il peso dei cappotti,della flanella e dei maglioni pesanti, perché non fare lo stesso con i prodotti che usiamo abitualmente nella nostra beauty routine? Una regola generale, perfettamente calzante anche in questo ambito, è less is more: snellire il nostro beauty farà bene alla pelle, all’umore e al peso della valigia che ci porteremo in vacanza.

Naturalmente la scelta cadrà, principalmente, sui prodotti multitasking, ovvero flessibili e multiuso, adattabili a diverse esigenze e perfetti per vari utilizzi: le case cosmetiche, oggi, propongono cosmetici dalle altissime performance  ma anche salvaspazio e tempo, per venire incontro alla necessità di leggerezza estiva.